Biblioteca
Presentazione

La biblioteca dell'Istituto storico della Resistenza e della Società contemporanea in provincia di Cuneo è nata con l'Istituto, nel 1964, e possiede oggi un patrimonio bibliografico di circa 50.000 titoli costituito da volumi, opuscoli, periodici, letteratura grigia, materiale audiovisivo.

I libri - disponibili a scaffale aperto solo per le sezioni Fondo locale e Resistenza cuneese - sono collocati per la maggior parte a magazzino e suddivisi in sezioni corrispondenti la storia contemporanea locale, nazionale e internazionale, con particolare attenzione alle tematiche legate alla Seconda guerra mondiale.

Fanno parte del patrimonio alcuni fondi librari appartenuti ad eminenti personalità: Fondo Dante Livio Bianco e Alberto Bianco, Fondo Nuto Revelli, Fondo Bartolomeo Vanzetti, Fondo Antonio Repaci, Fondo Giorgio Rochat.

Parte della biblioteca della Provincia di Cuneo è integrata in quella dell'Istituto storico della Resistenza. Essa comprende i volumi dell'Ufficio Studi e Programmazione e le oltre cinquecento tesi di laurea acquisite a partire dagli anni Ottanta del Novecento a seguito del Concorso Provinciale Tesi di Laurea.

E' inoltre a disposizione degli utenti l'intera biblioteca dell'ex Centro di Documentazione Pedagogica della Provincia costituita da circa 3500 volumi di psicologia, pedagogia, didattica ecc… e da una collezione di riviste specializzate.

La letteratura grigia ("documenti biblioteca") conta circa 6000 documenti (dossiers, articoli, dispense…) il cui catalogo cartaceo è a disposizione degli utenti nella sala consultazione.

La raccolta di periodici, divisi in periodici locali (provincia di Cuneo), nazionali ed esteri, correnti ed estinti, conta oltre 2500 titoli.

Il materiale librario ed i periodici della biblioteca sono catalogati secondo gli standard internazionali (ISBD). La biblioteca partecipa al Servizio Bibliotecario Nazionale, e tutti i libri sono schedati con il programma condiviso a livello nazionale (SBN).

I cataloghi cartacei della biblioteca, presenti in sala consultazione, sono stati chiusi nel 2008. Per la ricerca dei volumi catalogati a partire da quella data e per il pregresso si rimanda al sito Librinlinea della Regione Piemonte e all'Opac nazionale Sbn.